angelini

Malanni stagionali crescono: diploma in prevenzione (15-17 anni)


Malanni stagionali crescono: diploma in prevenzione (15-17 anni)



Proteggersi dai malanni stagionali durante l'adolescenza

L'adolescenza è probabilmente l'età caratterizzata dalla vita sociale più intensa, a fronte di una minima attenzione ai rischi per la salute associati alle più banali attività di ogni giorno. L'interazione e la condivisione di momenti ed esperienze con compagni di scuola e amici sono per molti ragazzi interessi prioritari, che pongono in secondo piano anche le più semplici precauzioni preventive nei confronti dei malanni da raffreddamento.

D'altro canto, spesso bastano accorgimenti pratici molto semplici per ridurre la probabilità di contagio.

  • Il lavaggio delle mani non ha età e resta indiscutibilmente la principale strategia preventiva contro influenza e raffreddore anche nell'adolescenza: deve essere frequente ed eseguito con acqua e sapone. In alternativa, sono perfetti i gel disinfettanti, che possono essere usati in ogni momento della giornata e in tutte le occasioni in cui l'acqua manca (per esempio, quando si utilizzano i mezzi pubblici).

  • I mezzi di trasporto collettivo molto frequentati sono anche un luogo ad alto rischio di contagio respiratorio: se si è sani, meglio tenere coperti naso e bocca con una sciarpa e allontanarsi da passeggeri con sintomi evidenti di malattie da raffreddamento; se si è già un po' ammalati (raffreddore) bisogna cercare di limitare al massimo la dispersione dei virus coprendo naso e bocca (con l'incavo del gomito) quando si starnutisce o si tossisce ed evitando di lasciare in giro fazzolettini di carta usati.

  • Per chi usa bicicletta o scooter per gli spostamenti tra casa e scuola, la raccomandazione è coprirsi bene, compresi naso e bocca (con una sciarpa). Freddo e smog irritano le mucose respiratorie e facilitano l'aggressione da parte dei microrganismi patogeni.

  • Dentro e fuori dall'aula l'abbigliamento deve essere adeguato alle temperature e allo stato di salute. Per pance scoperte, shorts e gonne troppo corte meglio aspettare la primavera, se non si vogliono passare troppi giorni a letto con la febbre. Se si deve restare in ambienti caldi per più di 10-20 minuti o si pratica attività fisica, invece, è preferibile non restare troppo coperti per evitare di sudare e subire sbalzi di temperatura eccessivi.

  • Per ridurre la probabilità di trasmissione di influenza e raffreddore a scuola è importante aerare bene l'aula più volte durante la mattinata, aprendo le finestre a ogni cambio dell'ora (o almeno durante l'intervallo) per ridurre la concentrazione di virus e batteri nell'aria respirata. Naturalmente, bisogna farlo senza prendere freddo.

  • Lettori mp3, cellulari, smartphone e tablet sono oggetti molto amati da virus e batteri. Se non strettamente necessario, meglio evitare di scambiarseli o usarli insieme agli amici, soprattutto nei periodi di maggiore diffusione delle malattie respiratorie. L'ideale sarebbe anche pulirli regolarmente con prodotti disinfettanti adatti.

  • Rifiutare un abbraccio a un amico o un bacio alla propria ragazza soltanto perché sono raffreddati può sembrare poco gentile, ma se si vogliono evitare contagi è una precauzione indispensabile. Per non incorrere in malintesi, basta spiegarlo serenamente all'ammalato di turno.

  • Per andare a scuola ci si deve alzare presto e per assicurarsi difese immunitarie efficienti il sonno è essenziale. Quindi, per prevenire e fronteggiare al meglio le malattie da raffreddamento è importante riposare almeno 7-8 ore per notte e mantenere ritmi sonno-veglia costanti, evitando di fare troppo tardi anche nei fine settimana.

  • Il fumo è dannoso per l'organismo in generale e per l'apparato respiratorio in particolare, soprattutto in giovane età. In autunno e inverno, le sigarette lo diventano ancora più perché, riducendo le difese immunitarie delle vie aeree, aumentano il rischio di influenza e infiammazioni/infezioni di gola e bronchi. Meglio, quindi, cercare di non fumare o di farlo il meno possibile e assumere vitamina C per compensare l'aumentato fabbisogno tipico dei fumatori.

  • Oltre alle strategie di prevenzione pratica, va ricordato che la somministrazione del vaccino antinfluenzale stagionale è il modo più efficace per evitare l'influenza. La vaccinazione è indicata e sicura a ogni età ed è particolarmente raccomandata nei ragazzi che soffrono di asma o altre patologie respiratorie croniche, immunodeficienze, disturbi cardiaci o metabolici (come il diabete di tipo 1) o altre malattie congenite rilevanti.