angelini

BMJ: vaccino anti-influenzale alle persone a rischio di polmoniti e di malattia cardiovascolare


BMJ: vaccino anti-influenzale alle persone a rischio di polmoniti e di malattia cardiovascolare



Un nuovo studio, pubblicato sulla prestigiosa rivista The British Medical Journal (BMJ), sottolinea la necessità di una maggiore attenzione verso la prevenzione e conferma l'assoluta importanza di valutare il ricorso a vaccinazioni pneumococciche e contro l'influenza stagionale nei pazienti a maggior rischio di polmoniti e malattie cardiovascolare, come anziani, fumatori e così via. In particolare questa considerazione dovrebbe essere fatta nel formulare piani di assistenza post-dimissione e strategie di prevenzione. La polmonite acquisita in comunità aumenta notevolmente in tutte le fasce di età (non solo negli anziani) il rischio di sviluppare in futuro insufficienza cardiaca e la gravità dei casi.

E' quanto emerge da uno studio di coorte controllato con 10 anni di follow-up, condotto prendendo in considerazione i dati provenienti da sei ospedali e sette dipartimenti di emergenza e reclutando prospetticamente quasi 5.000 adulti con polmonite acquisita in comunità e nessuna storia di insufficienza cardiaca. I pazienti avevano in media 55 anni, il 53,1% era di genere maschile e il 63,4% aveva ricevuto trattamento ambulatoriale. Circa il 12% di coloro che si erano ammalati di polmonite sono poi andati incontro a un'insufficienza cardiaca rispetto al 7,4% dei controlli. L'incremento è stato minore in termini assoluti per le persone di massimo 65 anni, ma maggiore in termini di rischio relativo. Al contrario i pazienti di età superiore, con polmonite, hanno avuto il maggior incremento assoluto (ma il rischio relativo più basso) di insufficienza cardiaca. I risultati sono stati coerenti sia nel breve termine (90 giorni) che in quello medio (un anno), sia che i pazienti fossero stati trattati in ospedale che in ambulatorio.

I risultati di questo studio sostengono la necessità, espressa nelle indicazioni del nuovo Piano Vaccinale, di una grande attenzione verso le categorie più a rischio.

Fonte
http://www.bmj.com/content/356/bmj.j413