angelini

Immunostimolanti e integratori contro l'influenza


Pubblico / Speciali / Immunostimolanti e integratori contro l'influenza

Immunostimolanti e integratori contro l'influenza



L'influenza è una malattia infettiva acuta causata da un virus molto contagioso che ha il suo picco durante la stagione invernale. I sintomi sono prevalentemente di tipo respiratorio, come raffreddore, starnuti, congestione nasale, tosse e faringodinia, accompagnati da febbre superiore ai 38° a esordio brusco. Tra i disturbi associati vanno ricordati malessere generale, astenia, cefalea, mialgie, dolori articolari. Insomma, se è vero che l'influenza nella maggior parte dei casi si risolve da sola, è altrettanto vero che i sintomi non sono trascurabili e che, specie nella popolazione più fragile, comporta persino una crescita del rischio di mortalità.

Fortificare il sistema immunitario rappresenta sicuramente una strategia vincente per affrontare al meglio il periodo invernale. A questo proposito l'alimentazione svolge un ruolo cruciale: deve privilegiare frutta e verdura, preparati con vitamina C e B, bevande con sali minerali come zinco e selenio. Può essere anche utile l'integrazione, come quella di probiotici per riequilibrare la flora intestinale, o l'uso di immunostimolanti per promuovere l'aumento dei linfociti, la struttura portante della nostra risposta immunitaria.

I farmaci immunostimolanti

Esistono dei farmaci in grado di aumentare l'immunità non specifica, e di conseguenza di incrementare la resistenza alle infezioni. Sono gli immunomodulatori, o immunostimolanti.
Le principali classi sono derivati batterici (frazioni ribosomiali, antigeniche, glicoproteine, lisati batterici) e composti sintetici.

Gli studi scientifici indicano che questi prodotti siano in grado di ridurre l'intensità e la durata delle infezioni ricorrenti. Un immunostimolante può infatti ridurre fino al 60-80% l'incidenza delle infezioni respiratorie ricorrenti. In particolare, se associati alla vaccinazione anti-influenzale, rappresentano una difesa importante contro l'influenza, riducendone l'incidenza fino al 70%. In particolare gli immunostimolanti sono utili negli anziani e nelle persone con un sistema immunitario più debole.

È consigliabile cominciare il trattamento con gli immunomodulanti a settembre-ottobre, e seguire i cicli di trattamento indicati sul foglietto illustrativo. Il medico di famiglia potrà fornire le migliori indicazioni personalizzate per ogni caso.