angelini

Il decalogo sui falsi miti dell’influenza


Pubblico / Decaloghi / Il decalogo sui falsi miti dell’influenza

Il decalogo sui falsi miti l'influenza



Nel periodo invernale, influenza e raffreddore la fanno da padrone. Dunque si può pensare che vi siano alcuni modi in cui è più facile infettarsi o rimediare una volta checi si è ammalati. Tuttavia, alcune di queste credenze sono soltanto dei falsi miti.

 

I vaccini influenzali causano l'influenza

1. I vaccini influenzali causano l'influenza

Il vaccino antinfluenzale è una forma inattiva del virus, per cui non può causare l'influenza. Possono insorgere delle reazioni minori, tra le quali la più comune è il dolore muscolare nel luogo dell'iniezione. Questo falso mito probabilmente deriva dal fatto che, prima che il corpo prepari gli anticorpi in risposta al vaccino, ci vogliono almeno due settimane. Quindi se ci si becca l'influenza dopo il vaccino, ma prima della fine delle due settimane, non è colpa del vaccino stesso.


Gli antibiotici curano l'influenza

2. Gli antibiotici curano l'influenza

Come abbiamo già detto l'influenza stagionale è causata da virus, e gli antibiotici, invece,combattono soltanto le infezioni batteriche. Quindi il loro utilizzo per combattere l'influenza non è adatto, in quanto inefficace. Se invece, oltre alla classica influenza e alla febbre, siamo stati colpiti da un'infezione batterica (bronchite, sinusite, polmonite) si può ricorrere al suo utilizzo, sempre sotto prescrizione medica. Inoltre, usare un antibiotico in modo inappropriato, per esempio per prevenire l'influenza, può farci correre il rischio che i batteri, normalmente sensibili, si "abituino" all'antibiotico e divengano resistenti allo stesso.


Se si esce quando la temperatura è molto fredda, ci si può beccare l'influenza

3. Se si esce quando la temperatura è molto fredda, ci si può beccare l'influenza

Proprio perché l'influenza è causata dai virus, il freddo della stagione invernale non influisce sulla possibilità di ammalarsi. In ogni caso, prendere freddo non è una buona idea per non debilitare il nostro sistema immunitario ed è quindi meglio vestirsi in modo appropriato quando ci si espone alle basse temperature di questa stagione.


Se non ho avuto mal di pancia non ho avuto l'influenza

4. Se non ho avuto mal di pancia non ho avuto l'influenza

Tra i sintomi influenzali ci possono essere vomito, mal di pancia e diarrea, ma l'influenza è principalmente una malattia respiratoria. I virus che colpiscono lo stomaco non sono quelli influenzali, ma appartengono ad un'altra famiglia e, di conseguenza, dobbiamo curarli in maniera diversa.


Durante l'influenza bisogna mangiare poco

5. Durante l'influenza bisogna mangiare poco

Non è vero. La cosa più importante durante l'influenza è assicurarsi di essere ben idratati e seguire un'alimentazione equilibrata perché il sistema immunitario ha bisogno di cibi nutrientie salutari per poter agire meglio. Buone fonti di sali minerali, importanti per mantenere il benessere fisiologico, e di vitamine, sono la frutta di stagione, i succhi di frutta e le zuppe di ortaggi e cereali.


Quando si ha l'influenza bisogna coprirsi il più possibile

6. Quando si ha l'influenza bisogna coprirsi il più possibile

Questo è vero solo quando la febbre è in fase di salita, dopo bisogna lasciare che il sudore evapori e si ripristini la normale temperatura corporea. Infatti, quando l'organismo cerca di fare scendere la febbre produce sudorazione che, evaporando, sottrae calore all'organismo el o raffredda. Coprirsi troppo quindi ostacola il processo.


Quando si ha l'influenza bisogna assumere quantità elevate di vitamina C

7. Quando si ha l'influenza bisogna assumere quantità elevate di vitamina C

In realtà il nostro corpo non in è grado di assorbire quantità eccessive di vitamina C. Tuttavia, un consumo regolare di vitamina C, attraverso dosi normali di frutta, in particolare agrumi, o di integratori alimentari può aiutare.


Per curare tosse è sempre utile lo sciroppo

8. Per curare tosse è sempre utile lo sciroppo

Questo non è sempre vero. Bisogna distinguere due tipi di tosse: quella grassa, che produce secrezione e quella secca. La prima non deve essere repressa perché in questo modo l'organismo libera le vie aeree dalle secrezioni che ha accumulato, a causa dell'influenza stessa. Per la tosse secca si possono assumere farmaci antitussivi, ma sempre sotto prescrizione medica.


Durante l'influenza bisogna rimanere sempre a letto

9. Durante l'influenza bisogna rimanere sempre a letto

Il periodo della malattia non deve essere trascorso necessariamente a letto. La cosa più importante è non debilitare ulteriormente il nostro organismo, per esempio non esponendolo a freddo o sforzi eccessivi.


Se già ho avuto l'influenza non posso ammalarmi più nella stessa stagione

10. Se già ho avuto l'influenza non posso ammalarmi più nella stessa stagione

In realtà, ogni stagione influenzale ha come protagonisti più ceppi virali. Per questo, a meno che non ci si sia vaccinati, ammalandosi si può acquistare immunità nei confronti di un tipo di virus, ma essere vulnerabili nei confronti di altri. Quindi ci si può riammalare nella stessa stagione.


Bibliografia

  • Ministero della Salute, Circolare, Prevenzione e controllo dell'influenza: raccomandazioni per la stagione 2015-2016, settembre 2015
  • EpiCentro, portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica a cura del Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute. http://www.epicentro.iss.it
Scarica il decalogo in PDF